0 0
Read Time:2 Minute, 41 Second

Un aneurisma cerebrale o un ictus emorragico alla base del decesso di Lorenzo Gui, 21 anni, studente di Infermieristica a Siena. Parenti e colleghi increduli.

Lorenzo Guidi, 21 anni, promettente studente di Infermieristica a Siena e volontario della Croce Rossa di Castiglione della Pescaia non c’è più. E’ stato stroncato da una emorragia massiva al cervello. Forse un aneurisma o comunque un ictus alla base della sua dipartita improvvisa.

Un forte mal di testa, un urlo e un malore inatteso e Lorenzo non ha avuto scampo. A soli 21 anni ha lasciato la vita terrena prematuramente. Ad annunciarlo su Facebook qualche giorno fa il papà Aldo con un post che ha gelato tutti: “Ciao Lorenzo una stella in più nel cielo”.

Una notizia che ha gettato nello sconforto tutti coloro che conoscevano e volevano bene a “Super Lore”, come lo chiamavano i suoi amici. Lo spiega bene nel suo servizio il collega Enzo Riemma de “La Nazione”.

Sabato sera la mamma Monica lo aveva sentito al telefono e con lei si era lamentato di avere un forte mal di schiena, al rientro alla sua casa di Siena dopo una cena tra amici.

Il giorno dopo, domenica, in tarda mattinata la mamma ha provato più volte a chiamarlo, ma il telefono suonava a vuoto. A quel punto ha chiesto aiuto al proprietario dell’appartamento, dove Lorenzo stava in affitto per seguire, a Siena, il corso di Scienze infermieristiche. Non ricevendo risposte il proprietario ha avvertito le forze dell’ordine e in pochi minuti i Carabinieri sono entrati nell’appartamento dove hanno trovato il corpo del giovane, ormai senza vita, sul letto nella sua camera.

In corso gli accertamenti della causa del decesso, da una prima ricostruzione sembra che la causa della morte sia stata un’emorragia celebrale. Lorenzo Guidi, 21 anni trascorsi sempre con entusiasmo e voglia di vivere, aveva tante passioni: la musica, in particolare il violino, il volontariato nella Croce Rossa, era poi studente al secondo anno all’università di Siena al corso di Scienze infermieristiche, e impegnato, come tirocinante, in alcune attività anti Covid.

Un dolore terribile quello che ha colpito la famiglia Guidi. Il babbo Aldo e la mamma Monica sono conosciutissimi imprenditori di Castiglione della Pescaia, e gestiscono la Cav “Casa Guidi”, oltre ad essere una famiglia attiva e presente nella comunità castiglionese.

Il fratello minore, Filippo, è un campioncino di pattinaggio artistico. Nel pomeriggio, sempre sui social, sono arrivati i ringraziamenti della famiglia per il cordoglio. Parole toccanti dalla Cri di Castiglione. “Ci mancherà averti al fianco, sei stato uno dei nostri migliori volontari, sempre pronto ad esserci e a farsi in quattro per tutti. Sempre disponibile e estremamente buono. E ora chi ci correggerà i post sulla pagina Facebook della Cri? Nella nostra pazza famiglia della Cri lasci un grande vuoto. Ti vogliamo bene Lore!”.

“Lorenzo era stato un nostro studente per un tratto del suo percorso liceale e qui aveva conseguito la maturità nell’anno scolastico 2018-19. Lo ricordiamo tutti come un giovane educato, semplice, mai spavaldo, ma sempre disponibile”.

Ciao Lorenzo, che la terra ti sia lieve.

L’articolo Addio a Lorenzo, Studente Infermiere morto improvvisamente per un probabile aneurisma cerebrale. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %